Accadde oggi: 12 dicembre 1969 Gianni Zampieri batte Miloud D’Diaye

Il 12 dicembre 1969 nella riunione romana che vedeva protagonista Carlo Duran opposto all’americano Eddie Pace combatteva anche uno dei beniamini del pubblico romano. Giovanni Zampieri fisicamente sembrava la copia di Benvenuti: aitante, sicuro di sè, un sinistro strappapplausi, ma aveva il suo “tallone d’Achille” nel temperamento che lo vedeva accettare scambi a volte deleteri per la sua mascella fragile. Quella sera Gianni si batteva con Miloud N’Diaye, un marocchino solido, che combatteva a cavallo tra i welter e i medi. Il romano di Centocelle diede un saggio della sua bravura per la gioia dei suoi fans. N’Diaye cercò d’imporre la propria aggressività, ma la scherma sopraffina del suo avversario gli concesse poche chances se non un’onorevole sconfitta ai punti sulle 8 riprese. Dopo questo match conquisterà il titolo italiano, che terrà per un anno prima di perderlo con il sardo Marco Scano in due sfide terminate prima del limite. Visto il suo ottimo trascorso da dilettante con la vittoria agli Assoluti e l’oro al mondiale militare gli si pronosticava una carriera più consistente da pro, ma non fu così. Si ritirò nel 1972 ad appena 27 anni con un record di 27 vittorie e 4 sconfitte.

(alb)

Lascia un Commento