Accadde oggi: 21 febbraio 1968 Franco Zurlo batte Antonio Sassarini

Il 21 febbraio 1968 a Brindisi si svolse la rivincita tra Franco Zurlo e Antonio “Tony” Sassarini valevole per il titolo italiano dei gallo. Franco Zurlo era ormai campione dal 1966, da quando aveva sconfitto Tommaso Galli. Nel primo incontro tra Zurlo e Sassarini il divario  era minimo. Nel secondo incontro tra i due Franco Zurlo si presentò sul ring di Brindisi, dove tra l’altro era nato, in splendide condizioni di forma. Qualcuno tra il serio e il faceto diceva che il “piccone” di Sassarini avrebbe frantumato “l’atleta di cristallo”. Alla fine del match sulle 12 riprese l’incubo del destro del ligure era svanito e la prestazione di Zurlo non prestava alcun fianco alle critiche. L’intelligenza e la classe a braccetto ancora una volta avevano bloccato l’azione aggressiva del ligure, che fu sconfitto chiaramente. Le strade dei due pugili, entrambi per le loro caratteristiche ben quotati, seguirono strade apparentemente diverse. Zurlo avrà la possibilità di battersi per il titolo europeo, ma troverà sul suo cammino un campione come Salvatore Burruni, conquista comunque rimandata in un secondo tempo superando il marocchino Mimoun Ben Alì. Antonio Sassarini avrà il suo momento d’oro nel 1970, quando divenne campione d’Italia, ma successivamente fallirà l’Europa contro lo spagnolo Senin.

Lascia un Commento