Accadde oggi: 28 febbraio 1954 Tiberio Mitri batte Leo Starosch

Il 28 febbraio 1954 Tiberio Mitri sotto la sapiente guida di Luigi Proietti aveva recuperato non certo “lo splendore” di prima delle sconfitte subite da Jack La Motta e Charles Humez, ma aveva svolto una ricostruzione mentale e fisica, che lo aveva di nuovo portato ad essere sfidante europeo dei medi, titolo detenuto dall’inglese Randolph Turpin, uno dei pochi ad aver battuto Ray “Sugar” Robinson. Molti criticarono la scelta di affrontare il tedesco-austriaco Leo Starosch prima del gran confronto europeo stabilito verso la seconda metà di maggio. Questo Starosch era un medio che all’epoca navigava tra il 10° e 15° posto nel ranking continentale, posizione che aveva raggiunto soprattutto rendendo la vita difficile ai big e non avendo mai subito sconfitte prima del limite, nonostante avesse affrontato i più forti dell’epoca compreso quel Gustav “Bubi” Scholz, considerato un vero e proprio ammazzasette, tanto da dover spesso affrontare anche mediomassimi e massimi per mancanza di avversari. Mitri veniva pure da un match difficile con il belga Jean Corhay, che lo aveva costretto al pari. Tiberio comunque sul ring bolognese si presentò in perfetta forma, battendo in maniera netta il difficile avversario e in pratica dominandolo dal primo al decimo round, una caratteristica questa che lo aveva reso famoso, di dare tutto dall’inizio alla fine. La vittoria su Starosch rassicurò i suoi innumerevoli fans sulle sue condizioni di forma e fu il preludio alla sua memorabile serata romana in cui metterà ko Turpin.

(alb)

Lascia un Commento