Alla Boni di Mantova una mista con Conselmo vincitore

BOXE MANTOVA – comunicato stampa

Una serata da ricordare per il pugilato mantovano, quella di sabato alla Boni, in quanto i pugili virgiliani impegnati nel programma dilettantistico hanno ottenuto un bottino record di otto vittorie su otto, facendo ben sperare per il futuro biancorosso di questo sport che vanta in città una gloriosa tradizione. I giovani atleti di Boxe Mantova, Mantova Ring e Boxe Viadana hanno superato ogni difficoltà e ogni avversario sul ring, applauditi dal solito numeroso pubblico di appassionati che non manca mai nelle riunioni organizzate dal maestro della Boxe Mantova Bruno Falavigna e dal procuratore sportivo Francesco Ventura con il sostegno del Comune di Mantova. Applausi finali anche per il match clou tra professionisti, un derby di scuderia tra pesi gallo del team del manager mantovano, che ha visto al termine di un’aspra battaglia il siciliano Gianluca Conselmo battere ai punti il campano Tommaso Melito.

In apertura debutto vincente tra le 16 corde per l’81kg della Boxe Mantova Sergio Koka, che ha sconfitto l’abruzzese Alessandro Grilli della Minchillo Boxe. Quest’ultimo era seguito all’angolo dal maestro Luigi Minchillo, leggenda della boxe, che in carriera fu campione italiano, europeo e sfidante mondiale dei superwelter e combattè contro campioni del calibro di Hearns e Duran. Sabato erano presenti a bordo ring anche l’ex campione italiano dei welter, il mantovano Gepe Di Padova, l’ex campione italiano ed europeo dei piuma Salvatore Melluzzo, il promoter Sergio Cavallari e l’ex professionista mantovano Mauro Orlandi.

A seguire il primo agonista della storia della Mantova Ring Andrea Bertaiola, 60kg, ha prevalso sull’abruzzese Andra Matteucci facendo intravedere ottime qualità. Nel derby della provincia mantovana tra i 64kg Abdelbast Essalib (Boxe Mantova) ha avuto la meglio su Francesco Samueli (Boxe Viadana), grazie ad una boxe rischiosa e sgusciante.

Dopo la vittoria di Sabin Karameta della Boxe Viadana ai danni del cremonese Federico Manzini, ha impressionato la prova del 19enne mantovano Pietro Colombo, allievo del maestro Falavigna e ieri seguito all’angolo anche dall’infortunato Piero Di Gangi, che ha battuto Kristofer Sarcuni di Parma infliggendogli un conteggio nel terzo round.

Nei 64kg junior netta affermazione di Cristian Teaca della Boxe Viadana, con l’avversario Alessio Brintazzoli di Medicina fermato dal medico all’inizio del secondo round. Nei 64kg grandi miglioramenti soprattutto di tenuta nervosa anche per Claudio Rosafio della Boxe Mantova, che ha portato a casa il match contro Kevin Guatelli di Parma. Nei 75kg Yankee Pavan della Boxe Viadana ha fatto un passo avanti verso la forma migliore soffrendo ma vincendo contro Khaid Selloum di Parma.

Nell’incontro finale tra professionisti è andata in scena una guerra in cui i due contendenti hanno speso fino all’ultima goccia di energia sul ring, tra gli applausi del pubblico. La boxe più offensiva e lineare di Conselmo è stata premiata dai giudici rispetto a quella più scorbutica ma spesso efficace di Melito.

“Sono molto contento per la riuscita della serata _ dichiara Francesco Ventura _ e per le vittorie in serie dei pugili mantovani, un’iniezione di entusiasmo in vista del IV Memorial Attilio Lasagna che sarà il 6 luglio in piazza Broletto. Sono contento anche della prestazione di Conselmo e Melito, i due pesi gallo del mio team stasera l’uno contro l’altro, che hanno regalato agli spettatori un match autentico ed emozionante ed hanno entrambi dimostrato di valere ampiamente in prospettiva il titolo italiano della categoria”.

 

Lascia un Commento