Accadde oggi: 03/04/64 Manca Vs Nenci titolo italiano pesi welter

Fortunato Manca, detentore del titolo italiano dei pesi welter, lo difendeva dall’attacco del toscano Franco Nenci presso il Palasport di Torino nel lontano tre aprile del ’64 davanti ad un pubblico stimato di novemila persone. Un combattimento con il classico confronto fra la potenza e la tecnica.
Il sardo basava infatti la propria azione sulla demolizione dell’avversario mentre Nenci era pugile con una buona base tecnica. Questa volta la spuntava la potenza ed il titolo restava a Manca che costringeva l’avversario alla resa nel corso della settima ripresa.
Ma andiamo per gradi. Il match iniziava con gravi intemperanze del pubblico che non aveva gradito il verdetto e la conduzione arbitrale di altro combattimento precedente. La tensione andava scemando e l’incontro clou poteva avere un inizio regolare con Fortunato Manca subito in attacco con colpi angolati al corpo ed al volto mentre Franco Nenci spostava e portava colpi di sbarramento.
Fino alla sesta ripresa la maggiore mobilità e precisione dello sfidante si facevano valere e questi accumulava un discreto vantaggio ma poi il continuo arrembare di Manca ed il suo lavoro al bersaglio grosso producevano i suoi effetti e Nenci, a corto di fiato, doveva accettare suo malgrado gli scambi. Nel round successivo durante una fase concitata, chiuso all’angolo, il toscano accusava i colpi dell’avversario e piombava al tappeto. Si rialzava a fatica, dopo il conteggio del sig. Percussi, ma era chiaramente in difficoltà e Manca, resosi conto che poteva chiudere, lo aggrediva e lo costringeva alla resa.
Una soluzione studiata, confermava il sardo a fine match, e provata in palestra per l’occasione in quanto si sapeva che sul piano della scherma Manca non poteva competere mentre su quello fisico aveva tutte le carte a suo vantaggio. Di qui il lavoro al corpo tendente a demolire, come poi avvenuto, la resistenza fisica di Nenci.
Un ottimo allenamento e viatico per l’europeo che Manca disputerà qualche mese dopo, al Palazzetto dello sport di Roma il 9/10 aggiudicandoselo prima del limite contro il francese della Martinica Francois Pavilla. Galvanizzato dal risultato conseguito si batterà il mese successivo con Sandro Mazzinghi per il mondiale WBC /WBAdei superwelter uscendone sconfitto.

(Gabriele Fradeani)

Lascia un Commento