Accadde oggi: 10 aprile 1958 pari tra Aldo Pravisani e Willy Quatuor

Il 10 aprile 1958 al Palazzo del Ghiaccio di Milano Aldo Pravisani affrontava in un match, che gli organizzatori ritenevano di routine, il tedesco Willy Quatuor. Per certi versi fu una scelta sottovalutata, perchè il tedesco sia pure con pochi match sulle spalle aveva conquistato il titolo dei piuma in Germania. Il match avrebbe dovuto essere una sorta di allenamento in vista di quello ben più impegnativo con Sergio Caprari per il Tricolore. Pravisani per la verità aveva un po’ deluso in precedenza facendosi inchiodare con un pari dal francese Andrè Valignat. Fin dalle prime battute si capì subito che Quatuor era tutt’altro che un collaudatore, era uno che aveva buona tecnica e ci dava pure dentro quando era il momento. I round passavano e Pravisani sembrava “assente”. Fu il suo tecnico a scuoterlo e a fargli capire che stava percorrendo un’autostrada diretta alla sconfitta. Messaggio ricevuto perchè dalla VII ripresa si scatenava letteralmente e venne a galla il vero Pravisani, per Quator,che ormai pensava di avere la vittoria in tasca, fu difficile controllare una simile imprevedibile “furia” con colpi che partivano da tutte le parti. Buon per il tedesco che Pravisani non aveva potenza. Fu decretato il pari, ma fu decretato anche il valore di Quatuor e il doubleface di Pravisani.  Il triestino affronterà Quatuor in due altre occasioni: pareggiando a Bologna e perdendo a Melbourne in Australia sulle 12 riprese. Pian piano dalla serata di Milano si cominciò a capire chi fosse Quatuor che più tardi diventerà campione europeo dei leggeri e sfiderà perdendo con il campione del mondo Paul Fuji. Pravisani confermò le sue caratteristiche: imbattibile se in giornata, altrimenti con la sua classe e intelligenza riusciva ugualmente a tirarsi fuori dai guai pur senza vincere.

(alb)

Lascia un Commento