Accadde oggi: 17 aprile 1968 Remo Golfarini batte Fabio Bettini

Il 17 aprile 1967 Livorno fremeva in attesa del match tra Remo Golfarini e Fabio Bettini. L’attesa era più che giustificata visto che il vincitore di questo match avrebbe affrontato il campione d’Europa dei superwelter , vale a dire Sandro Mazzinghi. Per i toscani era l’apoteosi nel vedere due loro pugili battersi per un titolo così prestigioso. Golfarini era chiamato a far dimenticare la brutta prova contro Emile Griffith e per dimostrare in pieno il suo valore. L’avversario non era dei più facili. Fabio Bettini era un romano che alternava la sua attività tra Italia e Francia. Aveva fallito il suo primo tentativo tricolore nei superwelter contro Bruno Visintin, e in tre occasioni fallirà nei medi. Adesso per il romano si presentava una ghiotta occasione nei superwelter. Il match deluse le aspettative. Remo Golfarini vinse ai punti in 12 riprese, ma non convinse. I suoi attacchi sconclusionati furono neutralizzati dall’attenta difesa di Bettini. La semifinale con Mazzinghi non si fece, perchè quest’ultimo nel frattempo era diventato campione del mondo. Golfarini ebbe comunque l’opportunità di battersi per il titolo europeo e in pratica fu comunque il successore di Sandro Mazzinghi, campione del mondo, battendo sulle 15 riprese il francese Jo Gonzales, gran favorito. Fabio Bettini facendo onore al detto che “Nessuno è profeta in patria”, conquistò prima il titolo francese dei superwelter e poi quello dei medi. Si tolse pure la soddisfazione di un match europeo ma fu sconfitto ai punti da Tom Bogs.

(alb)

Lascia un Commento