Accadde oggi: 8 maggio 1991 Vincenzo Limatola batte Gianni Di Napoli

L’ 8  maggio 1991 a Sarno sul ring nella Discoteca in cui Vincenzo Limatola doveva difendere il titolo dei piuma dall’assalto di un avversario quotato e molto pericoloso. Gianni Di Napoli era un soggetto che incuteva non poche apprensioni. Era stato campione italiano dei superpiuma e aveva disputato un buon campionato europeo, pur perdendo, contro Daniel Londas. La sua potenza e la sua aggressività erano ben spiegate dal soprannome di “Little Tyson”. Limatola era il campione dei piuma e anche lui aveva due esperienze sfortunate per il titolo europeo. Limatola non poteva certo permettersi passi falsi se voleva riprendere quota in Europa.

Il match tra i due manteneva le aspettative con un Di Napoli generoso nella ricerca della soluzione di forza e il pugile campano nelle prime riprese era messo a dura prova. Con il passare dei minuti Limatola riusciva a tenere a distanza anticipando lo sfidante con insidiosi colpi di rimessa. Di Napoli, aggressivo, era sempre pericoloso piazzando di tanto in tanto il montante destro, la sua specialità. L’allievo di Marcello Paciucci cercava di logorare l’avversario con colpi al corpo e ai fianchi quando aveva l’opportunità di accorciare. Nelle ultime riprese Limatola recuperava punti, ma il verdetto a lui favorevole non trovava tutti d’accordo. Un match intenso, comunque, che sarà il prorogo per una rivincita nell’anno seguente a ruoli invertiti Di Napoli, campione, batterà Limatola nel ruolo di sfidante.

Lascia un Commento