Accadde oggi: 5 giugno 1927 Bruno Frattini batte Kid Nomo

Il 5 giugno 1927 sul ring di Gallarate Bruno Frattini affrontava Kid Nomo, pugile congolese residente in Francia. Un match durissimo, selvaggio nella sua forma, perchè Frattini non era nominato “Cuor di leone” a caso. La sua caratteristica era oltre al coraggio un’ incredibile aggressività, non facile da contenere. Frattini fa parte della nostra storia agli albori quasi, tanto da essere nominato d’ufficio nel 1919 dalla nascente FPI campione italiano dei medi. La sua ascesa non finì qui, perchè Frattini è stato il primo italiano a diventare campione dei medi in Europa il 30 novembre 1924 battendo l’inglese Roland Todd. Certo non è facile trovare notizie su di lui, la sua fama in pratica è vissuta di riflesso, non dimenticandoci che sconfisse due volte Leone Jacovacci e fu strenuo avversario di Mario Bosisio. Memorabile anche il suo match in America contro Maxie Rosembloon, ebreo americano che diventerà campione del mondo dei mediomassimi e che poi diventerà anche attore di una certa fama. Logicamente il suo record non è completo e attraverso le ricerche di Pietro Anselmi, noto storiografo, potremmo dire che abbia combattuto dal 1919 al 1930 ottenendo 98 vittorie, 15 sconfitte, 6 pari e 1 no contest appunto contro Rosembloon al 12mo round.

Lascia un Commento