COMUNICAZIONE FPI: Resoconto Consiglio Federale 9/06 US

Nella giornata del 9 giugno u.s., il Consiglio federale si è riunito ed ha approvato alcuni importanti provvedimenti tra i quali:

  1. 1. il bilancio consuntivo 2017. Il bilancio ha mostrato dati assolutamente positivi rispetto al 2016, con un significativo aumento dei tesseramenti, delle affiliazioni e con una riduzione dei costi rispetto all’esercizio precedente. Il bilancio ha registrato, altresì, un cospicuo utile di esercizio rispetto al 2016 che aveva evidenziato una perdita;
  2. 2. favorire l’incremento dei medici federali di bordo ring attraverso dei corsi di formazione specifica. L’incremento dei medici dovrà sostenere l’aumento dell’attività pugilistica sul territorio;
  3. 3. la nomina dei componenti della Commissione che dovrà studiare la fattibilità dell’attività dei diversamente abili nel pugilato;
  4. 4. dal 2019, per le società che in maniera ingiustificata non organizzano i campionati italiani Pro, viene prevista la sospensione per sei mesi dalla partecipazione alle successive aste per l’assegnazione dei titoli;
  5. 5. approvato in via definitiva, con relativo stanziamento per il pagamento delle borse ai pugili, il progetto del torneo delle cinture riservato ai 2 e 3 serie Pro. Le fasi del torneo potranno essere assegnate anche alle ASD. Il torneo dovrebbe partire in autunno;
  6. 6. un ulteriore contributo di euro 10.000,00 alle società organizzatrici, assegnati in relazione agli eventi Pro organizzati, per pagare le spese arbitrali in occasione di campionati italiani;
  7. 7. l’organizzazione degli eventi Pro ed i match dei pugili Pro saranno inseriti nella classifica generale, annuale, delle società con gli altri criteri che andranno a definire il punteggio di ogni società;
  8. 8. approvata la proposta di una riforma del settore arbitri giudici che dovrà essere avviata per valorizzare la professionalità e l’esperienza degli appartenenti alla categoria. In tal senso, il Consiglio ha dato mandato al competente organo di governo della categoria, di redigere la bozza di riforma del settore;
  9. 9. approvata la modifica sulla concessione della qualifica di maestro benemerito, al fine di favorire il conferimento della benemerenza a quei tecnici che hanno valorizzato negli anni, con i risultati e la loro professionalità, il movimento pugilistico italiano;
  10. 10. approvata la modifica al regolamento dei tecnici sportivi, attraverso cui si obbligano tutti gli aspiranti tecnici, anche quelli con più di tre anni di tesseramento, a frequentare il corso di formazione per il passaggio alla qualifica di tecnico di primo livello.

Il Vice Presidente Vicario

Dott. Flavio D’Ambrosi

 

Lascia un Commento