Grande successo del 4° Memorial “ P. Delicato” a Cassino

Sabato 16 maggio, una serata pugilistica indimenticabile nel ricordo di Pietro Delicato che dal cielo aleggiava gioioso, un po’ sornione dalla sua inconfondibile e maestosa figura a godersi tutto quel pubblico appassionato e competente con la numerosa schiera di familiari, la sua tanto amata consorte Genoveffa, i figli, i nipoti, parenti ed amici accorsi a rendere il giusto onore a un uomo che seppe trovare nella boxe la voglia e la forza di reazione ai tanti disagi della guerra che rase al suolo la sua Cassino. La boxe e il rapporto conflittuale con i suoi affetti più cari lo portarono a fare delle scelte forzate non condivise ma che accettò con amorevole rassegnazione rinunciando ad una brillante carriera pugilistica per dedicarsi totalmente al lavoro e alla famiglia. I suoi occhi diventavano improvvisamente lucidi ogni qual volta si parlava di pugilato perche della boxe ne conservò per sempre le rigide regole, il fascino e la passione. Questo 4° Memorial “Pietro Delicato” è stato organizzato in maniera impeccabile dalla palestra “G.S.Training Cassino” del maestro Giuseppe Tucciarone e dalla Banca Popolare del Cassinate con il patrocinio del Comune di Cassino, con la fattiva collaborazione di Luciano Delicato e come sempre dall’Unione Pugilistica della provincia di Frosinone. La location della tensostruttura presso il centro sportivo del Cassino Calcio in via Appia è stata di qualità come d’altronde l’organizzazione logistica del “ Ring Service” di Gianpaolo Di Vetta.
L’avvio della manifestazione era riservato al folto gruppo dei ragazzi “preagonistici” Enrico Ruscillo, Simone Pelino, Alessandro D’Agostino, Giulio Raia, Dajana Di Liberto, Alberto Castiglione e Maria Pia Stirpe con i baby Francesco Miele e Salvatore Terracino che, nonostante la giovane età, hanno dato vita a tanto ardore ed agonismo; un ottimo test quale miglior viatico per il futuro della boxe provinciale e per i due bravissimi preparatori Martina Rotondo e Alessandro Nardone della “G.S.Training Cassino” che proprio da queste esibizioni cercano i lumi necessari per comprendere lo stato di crescita di questa preziosa linfa da conservare e arricchire.
Il primo match tra dilettanti è stato un vero e proprio derby tra il promettente cervarese Francesco Vizzaccaro della “G.S. Training” e il valido Matteo Pompili della “ASD Temple” che hanno vivacizzato entrambi le prime due riprese; il terzo round invece ha evidenziato una netta prevalenza di Vizzaccaro che ha costretto l’arbitro a contare in piedi Pompili, a far intervenire per ben due volte il medico di servizio e a convincere i giudici del verdetto finale a lui chiaramente favorevole.
Andrea Miele della “G.S. Training” ha riportato una bella vittoria contro il pari peso Gennaro Colangelo della ”Boxe Campobasso” dimostrando evidenti miglioramenti e continuità d’azione contro la prevedibile boxe del molisano che partiva sistematicamente troppo lontano per ottenere risultati apprezzabili.
Nei pesi welter Valentino Luciani della “Velletri Boxe” ha inferto una bruciante sconfitta al malcapitato Andrea Ponticelli della “Boxe Minturno” del maestro Di Maso che già nella prima ripresa subiva un conteggio e un richiamo ufficiale per comportamento scorretto e altri due conteggi nel terzo tempo per un verdetto ufficiale di sconfitta per manifesta difficoltà.
Il figlio d’arte Andrea Tiberia della “D. Tiberia” ha vinto in scioltezza nei confronti di un ottimo Pasquale Morelli della “Fiorletta”. Un ottimo test per il “guerriero” che dopo una prima ripresa di studio ha mostrato grande volontà, motivazione e lo spirito giusto per la sua graduale crescita.
Riccardo Santangeli mediomassimo di buone speranze, allievo dei maestri Rocco Ferrante e Mino Gesuale della palestra “Metropolis Ripi”, ha dominato letteralmente l’incontro sin dalle prime battute di fronte ad uno scatenato Giulio Sannito della “Fiorletta” che nel secondo round è incappato in un preciso destro d’incontro che ne ha provocato la sconfitta per rsci o per pugile ferito in difficoltà.
Anche nei pesi medi Antonio Mariani della “Fiorletta” ha visto svanire i suoi sogni di gloria nel secondo tempo per intervento medico contro l’ottimo Simone Teodonio, della palestra “L. Quadrini” del maestro Raimondo Scala, che si è piazzato a centro ring e ha condotto il match a suo piacimento e su binari a lui più congeniali.
Nei pesi superleggeri il frusinate Andrea Cimini della “ASD Temple” ha subìto una sconfitta che ai più è sembrata immeritata sia, per gli episodi nelle fasi cruciali del secondo round in cui il suo smaliziato avversario Alessandro De Blasis della “Fiorletta” colpiva con il dorso dei guantoni e obbligava l’arbitro ad un conteggio in piedi per Cimini e contestualmente ad un richiamo ufficiale per lui, sia per il contesto generale del confronto in cui i due contendenti hanno mostrato carattere, intelligenza tattica con colpi replicati e continui spostamenti sul tronco. Sicuramente un verdetto di parità avrebbe premiato entrambi senza destare inutili polemiche.
Prima dell’ultimo match tra “puri” il “ringannuoncer” Valerio La Manna ha chiamato a centro ring i tanti pugili presenti nel parterre come Marino Bucciarelli, Elio Gaba, Daniele Iacovissi, Ivan D’Adamo, Sven Paris, Alessandro Rotondo e Luca Genovese che hanno fatto da suggestiva cornice alla consegna di targhe ricordo al Direttore generale della Banca Popolare Dott. Giovanni Pacitti, al Presidente del Cassino Calcio Sig. Nicandro Rossi, all’Amministrazione Comunale, al Sig. Luciano Delicato e al Delegato Provinciale Massimo Tiberia. La lettura commovente di alcuni episodi sul compianto Pietro da parte della figlia Anna Rita e la proiezione sullo schermo di significative diapositive hanno creato un momento di grande emotività e partecipazione collettiva culminata con un interminabile e caloroso applauso al grande “Joe Louis Ciociaro”.
Applausi e ovazioni sono state riservate subito dopo anche al nipote d’arte Valerio Delicato che opposto ad un ottimo Marco Servo della “Fiorletta” ha sciorinato una boxe spumeggiante e in scioltezza per tutte le riprese aggiudicandosi il verdetto con disarmante sicurezza nonostante un persistente dolore alla spalla che lo tormentava già da qualche settimana.
Il match clou è stato tra il colored David Bika e l’emergente chietino Luca Spadaccini allievo del maestro Diodato.
Sin dal primo suono del gong il “nostro” cassinese ha ribattuto colpo su colpo vincendo chiaramente le prime riprese fino al termine della terza quando ha subìto un tremendo destro d’incontro alla punta del mento che ne hanno fiaccato la resistenza fisica e offuscato la mente. Da questo momento fino ad inizio della sesta ripresa non è stato più in grado di gestire le sue residue energie ed ha cercato disperatamente di tenere l’avversario in continui ed infruttuosi clinch. Insomma un Bika irriconoscibile dal terzo round che ha accusato un netto crollo fisico e mentale e mai più in grado di impensierire le folate avversarie.
A questo punto il maestro Tucciarone ha giustamente deciso di fermare l’incontro ed evitargli una inutile lezione mentre per l’immediato futuro dovrà verificare attentamente la situazione e trovare insieme al suo assistito cause e rimedi; solo così si potrà riavvolgere il nastro di uno scenario che sembrava già scritto e sulla base del talento naturale del suo pugile si potranno ancora costruire con umiltà e sacrificio traguardi ambiziosi.
Una grande serata dove ancora una volta ha trionfato la boxe quella vera quella fatta da uomini veri che come Pietro Delicato inseguono i propri sogni di gloria con un lavoro continuo e faticoso per rimanere nella realtà di una società in continua evoluzione.

Risultati dilettanti:
pesi superleggeri Francesco Vizzaccaro vp Matteo Pompili; pesi welter A. Miele vp Gennaro Colangelo; pesi welter Valentino Luciani v rcs Andrea Ponticelli; medi Andrea Tiberia vp Pasquale Morelli;pesi s.massimi Riccardo Santangeli v rsci Giulio Sannito; pesi medi Simone Teodonio v rcsi Antonio Mariani; pesi leggeri A. De Blasis vp Andrea Cimini; pesi medi Valerio Delicato vp Marco Servo.

Risultati Professionisti:
Luca Spadaccini v abb. David Bika.
Arbitri:
Celeste,Volpin, Meccariello, Carozza
Cronometrista:
Massimo Verrillo
Medico di servizio:
Dott. Marco Cicconetti
Commissario di riunione:
Franco Ciminale

(LuigiCapogna)

Lascia un Commento