Josh Taylor fa 13 e conserva il titolo contro Postol

Josh Taylor iera sera  alla SSE Hydro di Glasgow ha fatto 13, logicamente non parliamo della schedina del totocalcio ma della 13ma vittoria del “Tornado” scozzese ottenuta contro Viktor Postol, ex campione del mondo dei superleggeri. In palio c’era il mondiale Silver WBC, in pratica l’eliminatoria per incontrare il campione del mondo Josè Ramirez. I punteggi di 118-110, 117-110 e 119-108 non ammettono apparentemente dubbi sull’andamento del match. Evidentemente il fattore campo la fa da padrone, magari anche quando non è necessario. Troppa la differenza e per i presenti la percezione che Taylor ce l’avrebbe fatta è arrivata solo al 10° round quando Postol colpito da un magistrale gancio sinistro è crollato al tappeto. In quel momento il match era apparso equilibrato anche se Taylor aveva mantenuto l’iniziativa per buona parte. Indubbiamente dopo quel colpo Postol ha dovuto difendersi contro lo scatenato scozzese che aveva fiutato la vittoria. L’ucraino esce sconfitto ma ha dimostrato di essere ancora un pugile più che valido, nonostante la scarsa attività degli ultimi avesse lasciato qualche dubbio. In due-tre occasioni Taylor ha piegato vistosamente le gambe, ma lo scozzese integro e più giovane ha recuperato immediatamente. Dal canto suo Taylor stavolta è sembrato ragionare di più prendendo l’iniziativa ma senza addentrarsi nello scambio prolungato alla corta distanza; il mancino scozzese ha dimostrato, oltrettutto, di essere più che pronto per essere tra i protagonisti del prossimo torneo World Boxing Super Series.

(alb)

Lascia un Commento