Accadde oggi: 1 luglio 1961 pari tra Gianni Lommi e Bruno Fortilli

1 luglio 1961 a Fidenza grande attesa per vedere all’opera Gianni Lommi nel ruolo di sfidante al titolo dei medi.Il detentore all’epoca era il genovese Bruno Fortilli che teneva saldamente in mano lo scettro già da un anno. Tutti quelli che lo conoscevano erano concordi nel ritenere il campione molto più forte di quello che dimostrava sul ring. In palestra e in allenamento lasciava tutti a bocca aperta, ma nella realtà rendeva decisamente di meno. Gianni Lommi proveniva dalla categoria dei welter, ma si era imposto all’attenzione anche tra i medi soprattutto dopo la sua vittoria su Paolo Cottino. La riunione che vedeva di fronte i due avrebbe dovuto svolgersi un paio di settimane prima, ma un infortunio in allenamento di Fortilli aveva costretto gli organizzatori a rinviarla. Nonostante questo il pubblico era accorso numeroso per vedere soprattutto Lommi. Quest’ultimo tecnicamente lasciava un po’ a desiderare, ma in quanto a cuore non era secondo a nessuno. E’ Lommi ad attaccare e a prendere l’iniziativa per  cercare di demolire il ligure, che dal canto suo utilizza i colpi dritti per tenere lontano l’avversario. Dal VI all’ VIII round Lommi si fa ancora più intraprendente e Fortilli deve ricorrere al suo mestiere per non essere travolto. Il ligure capisce di essere indietro nel punteggio e accetta gli scambi da vicino rispondendo con colpi più precisi. Alla fine il risultato di parità viene accolto ugualmente bene dal numeroso pubblico soddisfatto per la sua bella prova. Per certi versi il match con Fortilli è stato l’unico per il titolo. Lommi combatterà ancora per pochi anni affrontando gente del calibro di Nino Benvenuti e Carlo Duran e si ritirerà con un record di 17 vittorie, 9 sconfitte e 5 pari. Anche Fortilli si ritirerà dopo poco, nel 1962, con un record di 20 vittorie, 6 sconfitte e 3 pari, ma con la sensazione che avrebbe potuto fare di più.

(alb)

Lascia un Commento