Luca D’ortenzi… una chance importante per la cintura italiana.

Come stai ? Come è andata la preparazione e da quanto tempo che stai preparando questo match?

Devo dire che mi sento bene. Ho svolto una preparazione attenta sotto ogni punto di vista: allenamento tecnico, tattico e seguendo attentamente tutti i consigli alimentari del nutrizionista. Ho cercato di curare tutto l’indispensabile per svolgere una preparazione adeguata per affrontare un titolo italiano.

Siamo praticamente arrivati al giorno del match, senti un po’ di pressione sulle spalle?

Sono sincero, sono il tipo che reagisce sempre bene in particolar modo con l’avvicinarsi dell’incontro. Non sono il tipo che soffre molto la pressione ma anzi, contrariamente più si avvicina il match e più cerco di caricarmi. La mia imbattibilità conta fino a un certo punto, se volevo salvaguardare il mio record avrei declinato l’offerta di un match fuori casa, in particolar modo un titolo italiano. A mio parere penso che lui sia sottoposto a maggior pressione in quanto combattendo davanti al suo pubblico avrà maggiori aspettative.

Avendo tu meno incontri rispetto al tuo avversario, e perciò di conseguenza meno esperienza pensi che questo possa essere un punto a tuo sfavore?

Sono consapevole che sotto il punto di vista dell’esperienza non parto favorito ma allo stesso tempo potrei dire che la mia età più giovane giochi a mio favore.  Ci sono i pro e i contro ognuno avrà i suoi punti forti e punti deboli, per questo motivo credo che partiremo alla pari.

Vuoi ringraziare qualcuno in particolare prima del match?

Volevo fare una nota di ringraziamento al mio preparatore e nutrizionista Marco Angelini, al mio maestro Simone Autorino il quale mi segue sempre meticolosamente all’angolo in ogni match e infine ma non per ultimo Davide Buccioni, grazie anche al quale ho avuto questa grandissima opportunità di disputare questo titolo.

 

 

 

Pubblicato in Pro

Lascia un Commento