Al Lido Tre Archi di Fermo grande successo della Nike di Fermo

Lido Tre Archi di Fermo, 04/08/2018
Ennesimo successo della Nike di Fermo e segnatamente del suo Presidente Luciano Romanella che, dopo avere organizzato un magnifico Guanto d’Oro a Fermo, una splendida serata in Piazza del Popolo sempre a Fermo, una dilettantistica a Visso (cratere marchigiano del terremoto), il torneo nazionale Amatori a Lido di Fermo, una mista a Montegiorgio ora si produce a Lido Tre Archi di Fermo, zona oltremodo disagiata la cui nomea “la Scampia di Fermo” non lascia adito ad equivoci. La motivazione è sempre nel sociale: con lo sport ed il pugilato in particolare aiutare a risollevare le popolazioni locali così duramente colpite. Motivazione encomiabile che condividiamo pienamente e che sta ottenendo un notevole successo anche e soprattutto di pubblico, della stampa ed il plauso delle Amministrazioni locali.
Ciò doverosamente detto passiamo alla manifestazione: una dilettantistica di dieci combattimenti seguita con interesse ed anche curiosità da tantissimo pubblico fra cui molta parte della comunità ivoriana qui presente.
Manifestazione iniziata con il saluto del Parroco Don Serafini, del Delegato della Curia Arcivescovile signor Ferretti, dell’Assessore allo Sport Scarfini e di un rappresentante della comunità ivoriana; dobbiamo dire che sentire “non addetti ai lavori” enfatizzare la valenza non solo sportiva ma sociale della nostra disciplina ci ha fatto un gran bene.
Per quanto riguarda i combattimenti hanno iniziato i schoolboys Monteverde e Tulli al loro esordio. Più preciso ed efficace nei colpi il primo, più dinamico ed attivo il secondo. Noi avremmo visto bene un bel pari ma la giuria ha deciso di premiare Tulli. Stessa cosa fra D’Adamo e Manjang in cui forse il pareggio sarebbe stato il verdetto più equo mentre la vittoria è andata a quest’ultimo. Nulla di grave comunque perché quando i matches sono equilibrati i dissensi non possono non esserci. Di spessore il match al femminile fra l’anconetana Fiori e l’abruzzese Nappo. Un combattimento che reputavamo difficile per la Fiori che invece dopo una prima ripresa non brillante si è riscattata in finale e con il destro continuamente a segno ha appaiato con pieno merito la Nappo.
Sempre al femminile da tenere d’occhio la sedicenne Romani della Boxe Ascoli che ha boxato con il fioretto ma ha dimostrato di avere all’occorrenza anche la sciabola. Ha battuto l’abruzzese Patanè senza forzare affatto.
Il migliore match della serata in assoluto quello che ha visto il marchigiano Giri e l’abruzzese Dyachok scambiare colpi su colpi per tutte e tre le riprese. Generosissimo Giri ma sicuramente con una marcia in più Dyachok cui è andato giustamente la vittoria. Un combattimento di grandissima intensità che ha strappato ai numerosi presenti applausi a non finire. Rabbiosa la reazione del marchigiano che non ci stava a perdere ma precisissimi ed in serie i colpi dell’abruzzese che soprattutto con i diretti è entrato a piacimento nella guardia dell’avversario.
Buone anche le prestazioni dei marchigiani Di Gennaro, Piangerelli e Bagalini e degli abruzzesi Tucci e Gassama.
Ufficiali di Servizio: Sauro Di Clementi, Paolo Paglialunga, Elisa Pecorari, Ennio Mecozzi; Commissario di Riunione: Stefano Di Clementi; Medico di Bordo Ring: Erminio Marinelli; Addetto al Cronometraggio: Gabriele Liberatore; Speaker e ragazza immagine: Kristal Talamonti
I risultati
Schoolboy kg 65: Tulli ( SanGiorgio Boxing) b. Monteverde (Nike); Kg 60: Di Gennaro (Pug. 1923) b. Lorusso (Acc. Andriese); Junior donne kg 60: Romani (Ascoli Boxe) b. Patanè (Ivanko Team); elite: Fiori (Boxe Gym) e Nappo ( Di Giacomo) pari; youth: Tucci (Acc. Andriese) b. Taki (nike); senior kg 60: Manjang (Audax) b. D’Adamo (Pug. 1923); Kg 69: Piangerelli (Nike) b. D’Aviero (Majestic Francavilla); kg 75: Dyachoc (Di Giacomo) b. Giri (Pug. SanGiorgio); kg 81: Gassama (Di Giacomo) b. Mostafa (SanGiorgio Boxing); Bagaglini ( Pug. 1923) b. Pazzaglia (Audax).

Gabriele Fradeani

Nella foto: Il dinamico Presidente Luciano Romanella della Nike di Fermo

Lascia un Commento