Domani tra Signani e Lecca c’è di mezzo il Titolo Latino IBF

Domani a Gatteo a Mare la OPI Since 82 di Salvatore Cherchi in collaborazione con la Gio Boxe organizza un’interessante riunione che vede protagonisti Matteo Signani (+ 25, -5, = 3) e Riccardo Lecca (+ 16, – 3, = 1) disputarsi il titolo dei medi Latino IBF rimasto vacante da tre anni, ma soprattutto con tre soli detentori dal 1995 quando è apparso timidamente all’orizzonte. Un titolo conquistato da un solo personaggio illustre come Edison Miranda, un colombiano che all’epoca andava per la maggiore   combattendo poi anche tra i cruiser. L’età della Pantera Miranda, che non risulta essersi ancora ritirato, oggi si aggira tra i 38 anni che in pratica passano in seconda fila di fronte ai 39 anni di Matteo Signani e Riccardo Lecca. Un’ idea non peregrina per reinstaurare un titolo che potrebbe diventare la via più breve per qualcosa di più consistente. Signani “il giaguaro” dopo la bella prova contro Blandamura per l’Europeo insiste con un duro allenamento soprattutto dopo essersi affidato a un maestro del calibro di Giorgio Campanella, che fu titolare a Seoul nell’ ’88 e a un soffio dal risultato clamoroso contro Oscar De La Hoya. Contro Blandamura si fece soffiare il match negli ultimi due round, un particolare che non è certo sfuggito a Campanella. Il romano Riccardo Lecca in pratica vive in palestra, nella sua Invictus,  società molto attiva anche nell’organizzazione. Ha offerto la sua migliore prestazione contro Alessandro Goddi nel 2015, da cui fu battuto di misura. Grande coraggio e preparazione fisica sono i suoi migliori attributi, il match disputato l’anno scorso contro Carlo De Novellis è stato il più applaudito della serata. Si preannuncia quindi un match dal pronostico non ben delineato, ma con la netta garanzia di uno spettacolo assicurato.

La serata di Gatteo ha altri motivi per essere seguita con molta attenzione a cominciare dall’esordio al professionismo del 23enne Mirko Natalizi. Il superwelter romano, cresciuto nella Boxe Academy di Stefano Vagni, è considerato uno dei prospect più interessanti del momento soprattutto dopo gli ultimi due anni a livello dilettantistico “in alta quota” con la vittoria agli Assoluti di due anni fa e il secondo posto agli Assoluti dell’anno scorso dove tra l’altro c’è stata l’esplosione nelle WSB con tre successi prima del limite con gente di valore, che gli è valsa una nomination nell’importante Torneo. Contro di lui è stato ingaggiato il serbo Sladjan Dragisic (+ 4, – 13), pugile esperto già collaudato in Italia con prove onorevoli. La serata sarà aperta da altri due match che vedranno protagonisti  il supermedio Filippo Gallerini (5-3) e il leggero Alex D’Amato (4-2) impegnati dai serbi  Dusan Sojanovic (1-2) e Dimitri Djordjevic (0-12-1).

DIRETTA TV SPORTITALIA DT 60 SKY 225 H 22

 

Lascia un Commento