Accadde oggi: 13 agosto 1961 Franco Musso batte Roger Moine

Il 13 agosto 1961 Francesco Musso a Sanremo era uno dei protagonisti della riunione che vedeva Salvatore Burruni difendere l’europeo dei mosca contro l’inglese Derek Lloyd. Musso era uno dei pezzi pregiati usciti dalla Olimpiade di Roma. Un oro il suo che riluceva a tutto campo con una prestazione eccezionale. Dotato come pochi dal punto di vista tecnico aveva vinto a mani basse gli Assoluti del 1958 e 1960. Nel 1960 aveva superato nei match test per partecipare alle Olimpiadi gente del calibro di Silanos, Linzalone e Mastellaro. Prima di questo a livello internazionale per due anni aveva vinto i Mondiali Militari. Musso era arrivato a Sanremo da imbattuto con 14 vittorie. In quella serata affrontava il belga Roger Moine, pugile di grande esperienza. Logicamente tenere testa a un campione come il piemontese non era facile. In pratica Musso dominò fin dall’inizio anche se non aveva entusiasmato. C’era da tener conto la sua attività prolifica, ma soprattutto i problemi di peso che lo inducevano a passare tra i leggeri. Il match di Sanremo finirà al VI round per getto della spugna. La carriera di Musso purtroppo non ebbe il clamore delle altre due medaglie d’oro di Roma.  Il piemontese non arrivò a battersi per il titolo italiano e pur dimostrando a tratti la sua grande classe decise di ritirarsi nel 1966 con un record di 24 vittorie e 4 sconfitte.

Lascia un Commento