Accadde oggi: 17/8/1966 Del Papa vs Calderwood per l’Europeo

di Gabriele Fradeani

Un europeo dei mediomassimi alluvionato conclusosi con un no contest ma con sei riprese tiratissime che hanno accontentato, anche se non nella conclusione, il pubblico intervenuto. Chic Calderwood, scozzese accreditato di un 44-8-1, si presentava come ottimo competitor ed in effetti in quel breve lasso di tempo, 18 minuti, ha dimostrato di poter mettere il campione in condizione di poter dare del suo meglio per mantenere la corona. Più alto ed in possesso di un allungo maggiore ha sempre contrastato gli attacchi del nostro “toscanaccio” con il jab sinistro portato in continuazione, doppiato in qualche occasione dal destro in diretto. Dal canto suo Del Papa ha cercato sempre la corta distanza affidandosi soprattutto a colpi al bersaglio grosso grazie ad una maggiore velocità di esecuzione e ad un ritmo costantemente superiore. Una prima ripresa per l’italiano che riesce a sorprendere lo sfidante chiudendolo all’angolo in diverse occasioni. La seconda si svolge su un piano di parità perché Calderwood riesce ad evitare la lotta alla corta distanza con rapidi spostamenti laterali; Del Papa accusa una gomitata che lo ferisce all’arcata sopracciliare sinistra e comincia copiosamente a sanguinare. La terza è ancora appannaggio del campione europeo che si fa apprezzare per alcuni montanti al corpo chiaramente accusati. Nella quarta ripresa c’è un ritorno dello scozzese che contra Del Papa e gli impedisce di avvicinarsi; nel corso di uno scambio Calderwood esce con una ferita alla fronte. Nella quinta ancora parità con i due che non riescono ad imporre l propria boxe. Nella sesta l’arbitro francese Barrand constatato che “Giove Pluvio” ci si è messo di mezzo non può fare altro che decretare lo stop e rimandare tutti negli spogliatoi. Al momento della sospensione il match era in sostanziale equilibrio con un punticino a favore di Del Papa. Un vero peccato l’interruzione perché il match era avvincente a lasciava prevedere una  battaglia equilibrata per tutte le riprese, sempre che le ferite riportate da entrambi non avessero costretto allo stop. Negli spogliatoi Del Papa  di chiarava che l’avversario era un buon  pugile dotato di un pregevole sinistro ma che i suoi colpi al corpo lo stavano mettendo in difficoltà. Calderwood riteneva di essere in lieve vantaggio al momento della sospensione e considerava Rinaldi pugile nettamente superiore a Del Papa.

Nel prosieguo Calderwood tenterà la carta mondiale a San  Juan presso l’Hiram Bithorn Stadium il 15/10/1966 ma, sconfitto prima del limite da Jose Torres abbandonerà l’attività. Del Papa si batterà per il titolo altre otto volte con cinque vittorie e tre sconfitte. Tenterà anche lui la carta mondiale  ma verrà sconfitto al Nuovo Circo di Caracas da Vicente Rondon il 5/06/1971.

Lascia un Commento