Accadde oggi: 13 settembre 1955 Giancarlo Garbelli batte Gerard Muller

Il 13 settembre 1955 a Milano nel sottoclou di Duilio Loi-Boswell St Louis c’era un altro beniamino del pubblico meneghino, quel Giancarlo Garbelli che un paio di mesi prima aveva replicato colpo su colpo proprio a Loi per il doppio titolo italiano ed europeo dei leggeri. Sulla carta era un match d’assaggio, ma il tedesco Gerd Muller non era venuto per fare la vittima designata. Qualche tempo prima sullo stesso ring milanese aveva malmenato il romano Ferruccio Consorti. Il tedesco non si smentiva arrivando a segno con due destri velenosi. Non ci voleva altro per allertare il pugile milanese che si scatenò letteralmente. Muller riuscì a bypassare la II ripresa con una buona difesa. Ma alla terza iniziava il suo calvario e toccò il tappeto per due volte. Alla IV il tornado Garbelli continuava la sua opera di demolizione inviando il tedesco altre due volte al tappeto e l’arbitro Pedrazzoli non aveva esitazioni a rinviarlo all’angolo. Una saggia decisione tra gli applausi del pubblico. Garbelli ancora una volta aveva mostrato in pieno il suo valore, soprattutto libero dalle strettoie del peso essendo Muller un collaudato welter. Giancarlo continuò la sua carriera da welter brillante, ma si tolse grandi soddisfazioni anche da medio dove in un memorabile match costrinse al pari l’imbattibile ungherese Laszlo Papp. Un pari che a detta di molti andava stretto al milanese. 

Lascia un Commento