Accadde oggi: 21 settembre 1962 Lino Mastellaro batte Jean Renard

Il 21  settembre del 1962 nella consueta riunione del PalaLido milanese il piuma Lino Mastellaro otteneva il verdetto sul belga Jean Renard. Si trattava di una rivincita perchè i due si erano incontrati sullo stesso ring con il risultato di parità. Il belga era uomo di grande esperienza, dotato di un pugno secco. Era in pratica un mancino in guardia normale, era stato a più riprese campione del Belgio nei gallo e nei piuma. Mastellaro dal canto suo aveva avuto la sua chance europea, ma era stato costretto al pari dal campione Gracieux Lamperti. Il lissonese cercava di agganciare l’avversario per costringerlo allo scambio dalla media distanza. Il belga non abboccava e lo incrociava mentre indietreggiava con grande tempismo. Alla IV ripresa quando le cose si stavano mettendo male Mastellaro con un micidiale destro centrava la mascella dell’avversario che era sballottato per tutta la ripresa. Nella ripresa seguente il belga era tutt’altro che finito e dava sempre filo da torcere a un Mastellaro più intraprendente. La tattica del lombardo si dimostrava dispendiosa grazie all’abilità del belga, che nelle ultime riprese prendeva il sopravvento di fronte a un avversario un po’ affaticato. Quando fu emesso il verdetto favorevole al pugile di casa non tutti furono d’accordo soprattutto per il finale con cui il belga aveva messo sotto un Mastellaro senza fantasia e piuttosto statico negli schemi. Poco tempo dopo il pugile lombardo conquisterà il titolo nazionale dei piuma e avrà la sua seconda chance europea, ma resisterà solo 8 riprese al gallese Howard Winstone.

Lascia un Commento