Intervista a Ballisai: venerdi la sfida con Maccarone per il titolo italiano dei leggeri

Tutto per la sfida tra Massimiliano Ballisai (21-5-0) e Luca Maccaroni (12-4-4) valida per il titolo italiano dei pesi leggeri in programma a Manzano (Udine) nell’ambito di una riunione organizzata dalla Boxe Loreni.

Ballisai – già sfidante al titolo europeo di categoria (sconfitta ai punti contro il finlandese Edis Tatli) – difende per la prima volta la cintura conquistata il 25 Maggio scorso battendo per decisione tecnica Giancarlo Bentivegna, a Palermo.

A sfidare il trentatreenne pugile torinese Luca Maccarone, pugile triestino di ventotto anni già sfidante al titolo italiano (sconfitta ai punti contro Luciano Randazzo).

Queste le parole di Ballisai: “Sono stato avvertito tardi di questo incontro ma sono comunque riuscito a prepararmi bene. Mi sono allenato alla Manno Boxing Club, facendo sparring con i ragazzi della palestra, con Michele Esposito e Luciano Randazzo. Sarà una bella sfida. Lui è mancino, un picchiatore e combatterà in casa. Io penso di avere più esperienza e spero di batterlo per avere una chance europea che mi piacerebbe giocarmi con Andrea Scarpa, prossimo sfidante al titolo. Sarebbe bello fare il match a Torino, sarebbe il coronamento di una carriera che mi ha già dato tante soddisfazioni”

Qual’è sono state la tue soddisfazione più belle ?

“Tante. Il titolo italiano, la sfida con pugili di valore mondiale come Tatli e Mendy e l’atterramento che inflissi a Gamboa. Era il 2015, ero stato invitato ad allenarmi nella palestra dove si allenava a Miami e lo sorpresi con un galcio destro che lo mise a terra”

Nel sottoclou si segnala il ritorno sul ring Marcello Matano (19-3-0) che farà il suo primo match nella categoria dei pesi welter affrontando il serbo Predrag Cvetkovic (4-14-0) e di Mohammed Obbadi (16-0-1), già campione dell’unione europea dei pesi mosca, che incrocia i guanti con il georgiano Ilia Beruashvili (8-4-0).

Completa la fight card il superpiuma Michele Broili (4-0-1) che affronta il serbo Milovan Dragoievic (4-10-0).

Stefano Buttafuoco

Lascia un Commento