Accadde oggi: 17 ottobre 1956 pari tra Franco Vescovi e Gianni Paini

Il 17 ottobre 1956 a Piacenza fu allestita un’interessante riunione con Giordano Campari che  affrontava il francese Vivier, mentre nell’altro match erano di fronte i welter Franco Vescovi e Gianni “Ray” Paini. Quest’ultimo match era molto atteso, visti i protagonisti. I record di Paini e Vescovi apparentemente sono pieni di sconfitte, ma i due pugili hanno per certi versi la stessa peculiarità, il loro match anche di fronte ai pugili più quotati non erano mai scontati. Avevano tra l’altro molti fans: Paini, pugile di Cremona, era una presenza fissa nei ring lombardi diventando protagonista di molte battaglie che infiammavano il pubblico; Vescovi, nativo di Colonna, era conosciuto per la sua potenza e per le battaglie “feroci” che lasciavano con il fiato sospeso. Con loro lo spettacolo era garantito. Vederli quindi combattere l’un contro l’altro attirò molti curiosi. Vescovi era reduce da una lunga tournèe in Australia e Paini aveva brillato nella sua trasferta francese contro Sarkissian. Vescovi era un welter naturale e Paini un leggero che accettava anche sortite nella categoria superiore. Il match mantenne le aspettative, il pugile lombardo con la sua esperienza riuscì a frenare l’irruenza del romano. Otto riprese tirate allo spasimo senza un attimo di tregua. Il pari trovò il pubblico contento, anche se forse qualcosa era stato tolto al pugile di Colonna, che subito dopo questo match ritornò nella Terra dei Canguri.

Lascia un Commento