Accadde oggi: 25 ottobre 1955 Emilio Marconi batte Joseph Janssens

Il 25 ottobre 1955 a Grosseto Emilio Marconi doveva affrontare sulle 10 riprese un avversario decisamente percoloso. Si trattava del belga Joseph Janssens, un pugile che combatteva a cavallo tra i leggeri e i welter, per terminare la sua carriera da peso medio. Il grossetano veniva dall’aver difeso brillantemete il titolo italiano dei welter dall’assalto di Luigi Coluzzi, uno dei più forti all’epoca, tra l’altro dominatore sui ring australiani. Per quanto riguarda Janssens c’era da considerare che parliamo di un pugile dal pugno pesante, resistentissimo e scorbutico, sul ring un problema non di poco conto come testimoniò Percy Bassett, che contro di lui subì la prima sconfitta in Europa. Un avversario che non faceva certo dormire sonni tranquilli al grossetano. Alla resa dei conti Marconi dimostrò ancora una volta che quando classe e intelligenza vanno a braccetto spesso per gli altri rimangono le briciole. Così fu per il belga che di fronte al padrone di casa diede l’idea di uno scolaretto rimandato a settembre. Impossibile trovare un round vinto dal belga, il nostro impartì una vera e propria lezione per tutte le riprese, con quella sicurezza e padronanza che tutti gli riconoscevano. Logicamente all’annuncio del verdetto grande entusiasmo del pubblico presente e qualche fischio rivolto al suo avversario, un po’ ingiusto perchè contro Marconi all’epoca c’era ben poco da fare. Quella sera comunque il grossetano presentò il suo biglietto da visita per la conquista dopo qualche mese di quel titolo europeo che aveva tanto inseguito. Il belga dal canto suo tornò in Belgio dove per vari anni ancora fu difficile avversario per i più forti dell’epoca.

Lascia un Commento