Accadde oggi: 1 novembre 1961 Giordano Campari batte Mario Pallavera

L’ 1 novembre del 1961 il Palasport di Pavia era gremito soprattutto per rivedere il beniamino Giordano Campari, che da circa un anno mancava su quel ring. Il pavese oltrettutto era notevolmente salito a livello internazionale occupando un ottimo piazzamento nel ranking mondiale dei leggeri. Il suo avversario era Mario Pallavera, ex grande promessa, ma pur sempre un avversario temibile per la sua carica agonistica. Campari iniziò nel migliore dei modi centrando con il sinistro il mento dell’avversario che accusava visibilmente. Pallavera reagiva e si scagliava con impeto e a testa bassa contro l’avversario. Una testata spaccava il sopracciglio del pavese, che a sua volta reagiva mettendo al tappeto il parmense. Campari macinava colpi su colpi, mentre l’avversario continuava con la sua boxe scorretta. All’ VIII round la soluzione che già era nell’aria. Un sinistro rabbioso di Campari all’uscita da un corpo a corpo centrava la mascella e veniva subito doppiato da un destro al plesso solare. Pallavera crollava al tappeto e faticava qualche minuto per rialzarsi. Campari, che era campione italiano della categoria avendo battuto Mario Vecchiato, fallirà la conquista del titolo europeo contro il tedesco Conny Rudhoff.

Lascia un Commento