WBSS Quarti di finale: a Glasgow Ryan Burnett vs Nonito Donaire e Josh Taylor vs Ryan Martin

C’è un’attesa febbrile per domani sera al SSE Hydro di Glasgow. Il cartellone è tenuto da due grandi sfide, che in pratica sono i quarti di finale dei gallo e dei superleggeri del WBSS il Trofeo intitolato a Muhammed Alì. La sfida vede come accoppiamenti Ryan Burnett- Nonito Donaire e Josh Taylor-Ryan Martin. Sono sfide mondiali quasi made in England al di fuori di Donaire, che potrebbe essere il grande guastafeste proveniente dalle Filippine, e di Martin, proveniente dall’ Ohio.

Per certi versi il match che vedrà di fronte Ryan Burnett e Nonito Donaire può essere tranquillamente definito il clou della grande serata. Burnett mette in palio il suo titolo di Super campione per i gallo WBA, con aggiunta di un titolo vacante Diamante per la WBC, tanto per condire il match con un dolce prelibato dopo un lauto pranzo. Donaire si presenta come il pezzo pregiato e se non fosse per l’età, 36 anni, e quasi 18 anni di carriera, acquisterebbe di diritto il ruolo di gran favorito. Parliamo di un grande che in pratica è stato campione dei mosca, gallo, supergallo e piuma, titoli distribuiti con le sigle mondiali più importanti. C’è anche qualche dubbio dovuto principalmente all’età ed è il fatto di aver combattuto nei gallo l’ultima volta nel vittorioso mondiale con Narvaez nel 2012. Mentre in questi anni ha sempre combattuto tra i supergallo e i piuma, quindi il problema sta in questo saliscendi non certo benefico per un 36enne. E’ la seconda volta che scende in Gran Bretagna, in precedenza aveva affrontato Carl Frampton nei piuma a Belfast perdendo ai punti. Ryan Burnett con i suoi 26 anni ha una storia più breve anche se le sue caratteristiche lo catalogano come combattente di razza, che vede realizzarsi un suo grande sogno, che potrebbe diventare realtà.

Diversa la situazione di Josh Taylor (+ 13, 11 per ko) e Ryan Martin (+ 22, 12 per ko) nei superleggeri. Per loro è in palio il Silver WBC, ma per il vincitore già dalle semifinali potrebbe subentrare qualcosa di più importante, senza contare il valore di questo eccezionale Torneo. Ryan Martin è contento di questa partecipazione che gli permette ad affrontare già da domani uno dei grossi calibri della categoria come Josh Taylor, che oltrettutto ha l’opportunità di combattere nella sua Scozia e dove considera l’ SSE Hydro la sua casa. Pronostico incerto dove il fattore “campo” potrebbe essere un punto di vantaggio.

 

Lascia un Commento