Quero-Chiloiro: Andrea Ottomano ed Ernesto Mariano pronti per gli Assoluti

Ai campionati Assoluti di boxe di Pescara – dal 4 al 9 dicembre prossimo – la Quero-Chiloiro Taranto lancia Andrea Ottomano ed Ernesto Mariano. Gli Elite, rispettivamente 75 kg e 91 kg, sono i due atleti che hanno conquistato il pass alle qualificazioni dei Campionati regionali di Potenza dello scorso weekend. Alla kermesse promossa dal Comitato federale Puglia-Basilicata, il club rossoblù presentava otto boxeur in tutto. Le loro prestazioni sono state nel complesso positive ma, tra incidenti fisici e verdetti incerti, il risultato ai fini della qualificazione è stato al di sotto delle aspettative dello staff tecnico capeggiato da Cataldo Quero. Quest’ultimo evidenzia però un fattore importante, ovvero “il dato della giovanissima età dei nostri atleti in competizione, dai diciannove ai ventidue anni, per la categoria olimpica Elite, che è il top a livello del pugilato italiano. Questa presenza porta in dote il futuro sul ring, a livello tecnico e formativo. L’aspetto di cinque finalisti ai Regionali Elite è significativo in questo senso”

LE MEDAGLIE REGIONALI Questi nel dettaglio i gradini del podio dai Campionati regionali Assoluti di Potenza, dai quali la Quero-Chiloiro pesca due medaglie d’oro con Andrea Ottomano ed Ermesto Mariano, gli argenti di Pasquale Di Cuonzo (con l’affiliata Pugilistica Taranto), Domenico Maffei, Francesco Magrì e Christian Ressa.

I RISULTATI PER GLI ASSOLUTI Il Campionato regionale “Elite” di Potenza è stato caratterizzato dalle fasi di qualificazione dai quarti alle finali decisive ai fini del salto a “Pescara 2018”, vetrina nazionale tricolore. Nella categoria 91 kg, priva di avversari, Ernesto Mariano ha centrato la qualificazione senza combattere. Nei 69 kg il cammino parallelo dei talentuosi Cosimo Attolino e Francesco Magrì è stato frastagliato e purtroppo incompleto. Ai quarti di finale Attolino è stato fermato da un intervento medico alla seconda ripresa per una testata fortuita sotto il sopracciglio dall’avversario Davide Vaccaro della Boxe Potenza. Nella stessa giornata e fase primaria il 75 kg Giuseppe Fico ha dovuto alzare bandiera bianca in anticipo a causa di un colpo fortuito da Cristiano Telesca (Boxe Potenza) superiormente al sopracciglio alla seconda ripresa. Un’uscita dunque prematura da parte dei due atleti di Taranto che così non si sono potuto esprimere totalmente con il loro bagaglio tecnico alla competizione. Cosa che invece ha fatto il campione uscente degli Assoluti 69 kg Francesco Magrì che dopo aver evitato in semifinale l’avversario ritiratosi Antonio Valentini (Pugilistica Merico), è stato sconfitto da un opinabile verdetto dei giudici nella finale col Guanto d’Oro Gianluigi Malanga (Boxe Livorti Bari). Il dominio della seconda e terza ripresa di Magrì non è bastato per portare a proprio favore il risultato della giuria a bordo ring. Cosa invece che ha sorriso al 75 kg Andrea Ottomano che si è imposto sia nella semifinale su Riccardo Gallo (Boxe Iaia Brindisi) che nella finale-qualificazione con Jonny Joel Zeze Sigheh (Pugilistica Andriese). Questi gli altri score di Taranto che hanno completato l’andamento in finale di cinque atleti in lizza: nei 56 kg Pasquale Di Cuonzo ha perso con Gianluca Caputo (Fiamme Oro), nei 60 kg Domenico Maffei ha perso con Simone Mecca (Boxe Potenza) e negli 81 kg Christian Ressa ha perso con Salvatore Rocco Lavecchia (Revolution Pisticci).

Addetto stampa Quero-Chiloiro

Alessandro Salvatore

Lascia un Commento