Accadde oggi: 4 dicembre 1974 Domenico Adinolfi diventa campione d’ Europa

Il 4 dicembre 1974 sul ring di Campione d’Italia Domenico Adinolfi conquistava il titolo europeo dei mediomassimi, lasciato vacante dall’inglese John Conteh. Il suo avversario era il tedesco Klaus Klein, imbattuto da tre anni circa, nel cui record figuravano vittorie su Schmidte, Velensek e l’americano Rouse, parliamo quindi di gente quotata nel ranking internazionale. Il match durò appena un round. Il pugile di Ceccano mise in luce oltre alla potenza la sua freddezza e buona tecnica. A metà round scuoteva il tedesco con un potente destro, ma non si scagliò subito contro l’avversario. Aspettava che Klein fosse pronto ad accettare lo scambio. Fu in quel momento che incalzò l’avversario concludendo il match con un sinistro di disturbo e un destro con traiettoria dall’alto in basso che centrò il mento scoperto. Il tedesco si rialzava a stento e poi dopo il conteggio  provava a riprendere, ma cadeva senza essere stato colpito con l’arbitro che logicamente sospese il match. Il ceccanese con questo successo sciolse tutti i dubbi sul suo valore, la sua carriera che in pratica cominciò con un Rinaldi in disarmo dimostrò che ormai si parlava di un grande campione e Domenico lo dimostrò rimanendo sul tetto d’Europa per altri due anni.

Lascia un Commento