Accadde oggi: 9 gennaio 1956 Angelo Brisci batte Stefano Bellotti

Allo Sferisterio di Bologna la sera del 9 gennaio 1956 era in programma la sfida tra Angelo Brisci e Stefano Bellotti. Il primo era un ottimo pugile di Taranto,  con una carriera a cavallo tra i welter e i medi, mentre il secondo era un romano che aveva incontrato con alterna fortuna i migliori welter dell’epoca. Nella riunione, organizzata dalla “Sempre Avanti”, in verità Bellotti avrebbe dovuto incontrare un altro pugile tarantino, Umberto Vernaglione, in un match valevole per il titolo italiano dei welter. Vernaglione aveva dichiarato forfeit pochi giorni prima per un infortunio in allenamento. Il suo posto venne preso da Brisci. Nel cambio il pugile romano non ci guadagnò certo, perchè Brisci, sebbene chiamato all’ultimo momento, si presentò in ottime condizioni. Il match se lasciava desiderare dal lato tecnico, non deludeva dal lato spettacolare con continui e violenti scambi tra i due. Brisci metteva a frutto la sua maggiore potenza e la malizia acquisita nella sua precedente tournèe americana. Alla fine di 10 serrate riprese il tarantino vinse meritatamente ai punti. Nella stessa serata il numeroso pubblico accorso potè vedere in azione gente del calibro di Franco Festucci (medio) e di Piero Rollo (gallo), entrambi brillanti vincitori di Hamouda Bouraoui e Jesus Rubio. La sfida preventivata tra Vernaglione e Bellotti si svolgerà pochi mesi dopo e a vincerla fu Vernaglione. Indubbiamente per Bellotti i pugili di Taranto non portavano bene.

Lascia un Commento