Kovalev torna campione, sconfitto Alvarez

Lo ha detto ai quattro venti che il pubblico avrebbe visto un Sergey Kovalev diverso da quello che ad Atlantic City fu distrutto da Eleider Alvarez al settimo round. Fu sbagliata la preparazione, ma soprattutto fu sottovalutata la bravura del colombiano. Stavolta gli errori sono stati cancellate e forse per la prima volta il russo è salito sul ring ragionando per vincere. Ha cambiato tipo di preparazione grazie anche alla esperienza e bravura di un tecnico come Buddy Mc Girt. Stavolta al Ford Center al The Star di Frisco si è visto un atleta che non ha sbagliato niente e alla fine è stato premiato con verdetto all’unanimità di 116-112, 116-112 e 120-108. Lasciando da parte l’ultimo punteggio gli altri due sono nel giusto. Kovalev ha quindi riconquistato quel titolo dei mediomassimi WBO che già fu suo. Il russo era partito bene anche stavolta ragranellando punti preziosi nella pima metà del match. Ma quando nella seconda metà doveva recuperare energie a differenza della volta precedente non accettava scambi scriteriati con la guardia aperta, ma girava al largo costringendo l’avversario ad inseguirlo. Per il resto ci pensava il suo jab sinistro a tenere lontano Alvarez per poi doppiarlo spesso con il destro. Il colombiano spronato dall’angolo cercava di recuperare terreno nelle riprese finali, ma trovava di fronte un avversario ben preparato e con le idee chiare. Indubbiamente una bella vittoria. Adesso potrebbe prospettarsi la bella tra i due, oppure cominciare ad affacciarsi nelle altre sigle per una riunificazione: Beterbiev e Bivol permettendo.

 

Lascia un Commento