Accadde oggi: 8 febbraio 1984 Giuseppe Gimenez batte Giuseppe Martinese

L’8 febbraio 1984 a Fano  il non più giovane Giuseppe Gimenez, 34 anni, dopo aver perso la sfida europea con Patrizio Oliva, riusciva nell’impresa di conquistare il titolo italiano dei superleggeri per giunta contro un difficile avversario come Giuseppe Martinese. Dopo due riprese equilibrate l’argentino, all’anagrafe Hugo Frex, divenuto cittadino italiano, dava spettacolo con le sue finte, i suoi ganci e i colpi dritti. In questo ben assecondato da un Martinese tutt’altro che rassegnato. Agli spettatori rimarrà senz’altro impresso il V round dove Gimenez costringeva alle corde l’avversario che resisteva stoicamente. Il pugile di casa ha cercato di fermare una simile girandola reagendo con attacchi scomposti che gli procuravano due richiami. Alla fine delle 12 riprese la distanza tra i due pugili era di 3  punti. Applausi a non finire per un simile campione, ma anche per un Martinese che non ha mai voluto cedere di un passo fiducioso di piazzare il suo destro soporifero. Per Gimenez, già sfidante europeo e mondiale terminò, visto che nello stesso anno si ritirerà, con l’unico titolo conquistato.

Lascia un Commento