Accadde oggi: 1 febbraio 1961 Paolo Rosi batte Tommy Tibbs

L’ 1 febbraio 1961 sul quadrato della St Nicholas Arena di New York faceva la sua rentrèe dopo la battuta d’arresto con Joey Lopes. Contro di lui c’era Tommy Tibbs, avversario tutt’altro che facile, con buona quotazione tra i piuma e i leggeri. D’altronde erano in pochi a voler rischiare la micidiale potenza del reatino. Lo stesso Loi preferì incontrare Eddie Perkins piuttosto che lui. Rosi dominò per tutto l’arco del match per potenza e continuità.. Tibbs dal canto suo cercava di ostacolare con ogni mezzo l’iniziativa del “bombardiere calvo”. Il pugile americano più volte colpito duramente resisteva stoicamente grazie alle sue doti di incassatore e alla sua vasta esperienza. Tibbs nei primi round cercava di entrare  con il jab sinistro nella guardia di Rosi, che invece era abile ad evitare con spostamnenti del tronco per rientrare con il gancio destro. D’altronde il reatino era apparso migliorato anche in linea tecnica e mobile sulle gambe metteva in luce un ottimo diretto sinistro che “bloccava” le intenzioni di Tibbs. Rosi pur mantenendosi ai primi posti del ranking mondiale dei leggeri si ritirerà a 33 anni nel 1962 con un record di 37 vittorie, 10 sconfitte e 2 pari.

Lascia un Commento