Rob Brant si conferma campione WBA contro Baysangurov

Rob Brant (+ 25, 17 per ko, – 1) ha difeso vittoriosamente il titolo dei medi per la WBA battendo prima del limite all’ 11° round il russo Khasan Baysangurov (+ 17, 7 per ko, – 1). Il match si è svolto al Grand Casinò di Hinckley nel Minnesota, località non molto distante da St. Paul dove è nato il campione. Il match non ha certo entusiasmato per la differenza tra i due troppo evidente. Indubbiamente l’8° posto del russo in classifica gli era stato assegnato per il suo record da imbattuto non avendo tra l’altro mai combattuto al di fuori della Russia e i suoi confini. Tecnicamente discreto considerando anche la giovane età, 21 anni, ma indubbiamente ancora acerbo per le grandi sfide. Brant fino a qualche mese fa poteva essere considerato uno sconosciuto, ma la sua netta vittoria su Ryota Murata con relativa conquista del titolo lo ha posto all’attenzione degli esperti. Anche in questa occasione ha impressionato la valanga di colpi scagliati dall’americano, che è apparso ben allenato e pronto per disputare in tutta tranquillità altre tre-quattro riprese a pieno ritmo. Già al secondo round il pugile di Kiev subiva un atterramento. Si pensava ad una vittoria più immediata, ma Baysangurov resisteva fino all’ 11° round, probabilmente perchè Brant accortosi dell’inconsistenza dell’avversario badava più a collaudare la sua tecnica e il ritmo. Rispetto alla vittoria su Ryota questa fa molto meno clamore e per certi versi lo tiene lontano forse ancora da contatti più importanti come possono essere Demetrius Andrade, Billy Joe Saunders, Sergey Devianchenko, per rimanere ancorato nella sua categoria, oppure con il passaggio nei supermedi affrontare Gilberto Ramirez, Jesse Hart. Indubbiamente stiamo parlando di un campione del mondo ancora tutto da scoprire.

 

Lascia un Commento