Accadde oggi: 15 marzo 1963 Fabio Ceccardi batte Ivan Cipriano

Il 15 marzo 1963 dentro il Palazzetto romano c’erano i soliti aficionados, quelli che il venerdì sedevano ai bordi e in galleria per applaudire i beniamini di turno. Quella sera tra l’altro combatteva gente come Fernando Proietti e Giacomo Putti, due welter che si contendevano i quartieri per fama da Centocelle a Gianicolense. Ma in quella serata gli applausi non furono tutti per loro, anche se vincitori. Chi entusiasmò fu Fabio Ceccardi, allenato da “Pipero” Panaccione. Il gallo, romano d’adozione ma di origine toscana, aveva un brutto cliente nel brasiliano di San Paolo Ivan Cipriano. Quest’ultimo oltre a essere solido era uno che andava sempre dentro. Quella sera Ceccardi mise in luce tutti i suoi pregi: tecnica. velocità, visione. Il brasiliano sembrò uno scolaretto, sia pure volenteroso, a lezione. Durante l’arco delle 8 riprese solo in un paio di riprese l’ospite arrivò a segno Il dominio del romano fu costante e le sue azioni venivano spesso accompagnate da applausi. Fu senz’altro il più bel match della serata.

Lascia un Commento