Errol Spence jr. troppo forte per Mikey Garcia

Errol Spence jr. (+ 25, 21 ko) ha pienamente rispettato il pronostico che lo vedeva vincitore sullo “sfidante” Mikey Garcia (+ 39, 30 per ko, – 1), il quale scavalcava addirittura due categorie per arrivare al mondiale dei welter IBF e al mondiale Diamond WBC. Per quanto riguarda il californiano si parla pur sempre di un pugile che ha conquistato il mondiale in 4 categorie diverse partendo dai piuma, un record che un tempo avrebbe fatto drizzare i capelli, ma che oggi pur non rientrando nella norma è sempre meno impossibile. Per quanto riguarda le caratteristiche dei due appariva un match sproporzionato in partenza, ma per certi versi si pensava alle vigilie di un Liston-Alì, di un Foreman-Alì e di un Hagler-Leonard, dove la logica del pronostico venne mandata a carte quarantotto. Qualche bookmaker vedeva Spence vincitore per ko, mentre altri davano qualche possibilità a Garcia se il match fosse arrivato al limite, magari costringendo il campione ad un logorante match ad inseguimento. Niente di tutto questo perchè Spence jr. ha fatto onore al suo soprannome “The Truth”, che tradotto fa “La verità”. Ha vinto il più forte punto e basta. Il punteggio non ammette repliche: 120-107, 120-108 e 120-108. Si parla di dominio dalla prima all’ultima ripresa. Con la bilancia del farmacista si potrebbe discutere sulla prima e quinta ripresa, ma così non è stato per i giudici e per gran parte del pubblico, altra scommessa vincente perchè all’ AT & T Stadium di Arlington erano presenti circa 48mila spettatori. Spence jr. è un mancino e il suo jab è stato come la minaccia di un temporale da un momento all’altro e quando si passavo alle combinazioni, al corpo e al volto, in pratica dava l’idea di un’esecuzione. A Garcia bisogna dare il merito di aver resistito, di essere riuscito spesso a parare o ad accompagnare i colpi rendendoli inefficaci, ma c’è il rovescio della medaglia perchè il campione per certi versi si è dimostrato superiore anche tecnicamente, anzi in alcuni momenti ha dato addirittura la sensazione di non forzare, ma questo è tutto da dimostrare. Spettatore interessato al match era Manny Pacquiao. Si parla di una sua sfida con il vincitore, che si dice onorato di poter incontrare una leggenda come il filippino. Ma sotto sotto cova invece l’ennesima sfida fra imbattuti vale a dire tra Terence Crawford ed Errol Spence jr., un match che potrebbe superare i record economici stabiliti da Canelo Alvarez. E adesso povero Garcia ? Si potrebbe dire parafrasando il titolo di un famoso romanzo, la risposta è semplice, per ora incassa la bazzecola di 3 milioni di dollari in attesa di affrontare lo sfidante ufficiale Luke Campbell, oppure accontentandosi magari di riprovare la via maestra della fama affrontando Lomachenko.

Lascia un Commento