Accadde oggi: 30 marzo 1963 Mario Sitri battuto da Joe Tetteh

Il 30 marzo 1963 allo Stadio di Accra Mario Sitri affrontava Joe Tetteh, campione dell’Africa Occidentale dei piuma. Il livornese ex campione italiano dei gallo e dei piuma accettò il difficile match per risalire la china anche a livello internazionale. Il ghanese era soprannominato “Black Hammer” e questo la dice lunga sulla potenza dei suoi pugni.  Infatti il pugile di casa iniziò subito forte, sicuro di poter risolvere la pratica con Sitri in poche battute. Non fu così perchè l’italiano rispondeva colpo su colpo, mettendo tra l’altro in luce una boxe più fantasiosa. Al termine delle 10 riprese il verdetto andò a Tetteh, ma molti giornali il giorno dopo scrissero che l’italiano avrebbe meritato almeno il pari, come aveva sanzionato uno dei giudici. Logicamente dopo la bella prova a Sitri furono offerte molte altre opportunità di combattere in Africa. Tetteh riuscì più tardi a conquistare il Commonwealth nella categoria dei superleggeri. Per Sitri invece la sconfitta, sia pure immeritata, con Tetteh fu il segnale che il suo percorso tra i professionisti si stava esaurendo combattendo in categorie più pesanti, avendo lui cominciato da peso gallo.

 

Lascia un Commento