Accadde oggi: 20 aprile 1951 Aldo Minelli battuto da Kid Gavilan

Il 20 aprile 1951 Aldo Minelli era chiamato ad un’impresa sulla carta proibitiva. Alla St. Nicholas Arena di New York doveva affrontare il cubano Kid Gavilan, l’uomo che più di ogni altro contrastò la leadership di Ray Sugar Robinson da welter, in tre memorabili sfide. Non era un picchiatore “Il falco” de l’Havana, ma il suo bolopunch (una sorta di montante) aveva ugualmente fatto vittime prima del limite. Aldo e Livio Minelli, bergamaschi, avevano molti proseliti in America dove ormai risiedevano da tempo. Facevano parte come fratelli di una tradizione che aveva visto fior fiore di campioni come pure Alessandro e Guido Mazzinghi, Maurizio e Loris Stecca, Giuseppe ed Erminio Spalla, Vittorio ed Enrico Venturi, tanto per fare alcuni nomi. Aldo all’epoca in cui combattè contro Gavilan, era ormai quasi un medio. La sfida tra i due non fu un monologo come molti predicevano, visto che il cubano fu costretto a forzare nelle ultime riprese per non lasciare dubbi sul verdetto, anche perché da lì a un mese avrebbe affrontato e battuto Johnny Bratton in un match valevole per il mondiale dei welter. La curiosità è che Gavilan affrontò entrambi i fratelli Minelli (due volte Livio e una volta Aldo) sudando sempre le proverbiali sette camicie.

Lascia un Commento