Primo Maggio di boxe a Pomigliano d’Arco

di Giovanni Calabresi

Primo Maggio pugilistico a Pomigliano D’Arco, bella riunione di boxe con otto incontri dilettantistici di cui due femminili, organizzata dalla “Scuola Pugilistica Pomigliano”del Maestro Salvatore Toscano. Giornata impreziosita dalla presenza del Commissario di Riunione, Professor Aldo Ferrara, novantasette, dico novantasette primavere, splendidamente portate tanto da giungere autonomo alla manifestazione alla guida della sua “Panda”  da Pozzuoli sua residenza a Pomigliano D’Arco, “chapeau” direbbero i  francesi!  E ancora dal Presidente del Comitato Campano  Dott. Alfredo Raininger.

Ma veniamo alla cronaca dei match, dopo una applaudita esibizione degli Schoolboys Pia Festoso e Cristian Mele, aprono gli junior  Mazzuca della “ Pugilistica Pomigliano” e  Stigliano della “ Boxing Club Castellammare”. Mazzuca inizia forte e mette  in mostra un sinistro preciso, potente, incessante. Stigliano lo soffre e sembra non riuscire a venirne a capo, ma mano a mano con caparbietà accorcia sempre più le distanze, dove fa valere la sua boxe più precisa e ordinata. Mazzuca esce da uno scambio con una ferita al sopracciglio destro, si continua ma il pugile di Pomigliano, perde il bandolo della matassa e Stigliano si aggiudica meritatamente seppur di stretta misura il confronto.

Il secondo match vede di fronte  gli youth Ievolella della “ Napoli Est” opposto a  Crescenzo Alen della “ Boxe San Valentino”, più alto e molto mobile sulle gambe Crescenzo cerca sempre di tenere a distanza l’ arrembante Ievolella, con veloci uno –due, nel finale il pugile della”Napoli Est” riesce ad accorciare le distanze, ma non basta e Crescenzo si aggiudica di stretta misura il confronto.

E’ la volta degli junior  Vitiello “Pugilistica Pomigliano” opposto a  Coppola della ”Boxe San Valentino” pari e patta dopo un ottimo match da parte di entrambi i contendenti, con Vitiello più classico e preciso ma con Coppola mai domo e continuamente proteso all’ attacco.

Il quarto match vede contrapposte due Elite femminili,  Perfetto “ Napoli Est”  e  Mirra della  “Irpinia Ring”  tre round combattutissimi tra due atlete ottimamente preparate, ma un’ epistassi nasale, ferma la Perfetto nella ripresa conclusiva.

Il quinto match della manifestazione è stato a giudizio unanime il migliore della giornata, ha visto protagoniste le junior femminili Morena Giansante della “Pugilistica Pomigliano” e  Michela  Gallo della “Fight Ischia”. Due atlete reduci dalle finali di Roccaforte di Mondovì dove hanno conquistato entrambe l’argento,  si sono affrontate sciorinando  tecnica, precisione dei colpi e pulizia nelle azioni riscuotendo applausi a scena aperta. La Giansante allenata dai Maestri Giovanni Calabresi e Salvatore Toscano conquista un iniziale vantaggio colpendo ed effettuando continui cambi di direzione che non danno punti di riferimento all’ atleta del Maestro Antonio Gallo, ma la pugile  dell’ isola verde, sempre sul match, con un finale veemente e generoso acciuffa sul filo di lana un meritato pareggio.

Nel  sesto match si affrontano gli Elite, Pinna della “Cotena Boxe” e  Musto della “ Irpinia Ring” due pugili che non si sono risparmiati per tutto l’arco delle tre riprese, con con scambi continui sulla corta distanza, di un’ incollatura prevale il pugile guidato da Raffaele e Elio Jr Cotena.

Il settimo match oppone Molaro della “ Pugilistica Pomigliano” che supera ai punti malgrado un richiamo subito nella terza ripresa il generoso  Fatone della “ Tifata Boxe” guidato dal Maestro Perugino. Molaro,  seppur ancora lontano dalla forma migliore, si impone grazie ai suoi colpi al corpo di grande efficacia, ma onore al coraggioso Fatone che non ha mai fatto un passo indietro di fronte al più titolato avversario.

Chiudono la manifestazione gli youth   Riccio della “ Napoli Est” che supera ai punti il forte  Boussadra della “ Irpinia Ring”. L’ atleta irpino, sfrutta la sua maggiore altezza e cerca  di tenere l’ avversario a distanza con veloci uno- due e spostamenti continui sulle gambe, ma il forcing di Riccio è asfissiante e i suoi colpi al corpo fermano nel finale il movimento di Boussadra e gli fanno aggiudicare la vittoria.

Lascia un Commento