Accadde oggi: 16 maggio 1961 Raimondo Nobile batte Jacky Chauveau

Il 16 maggio 1961 era festa grande nella nostra Nazione, si celebrava il Centenario dell’Unità d’Italia, anche la boxe in qualche modo partecipava a questa festa con una bella riunione al Palasport di Torino con un pienone di circa 7mila spettatori. Il match clou era disputato dal piuma Raimondo Nobile, campione italiano, opposto sui 10 round al francese Jacky Chauveaux, buon prima serie francese dei leggeri. C’era molta curiosità nel vedere se il bolognese autore di un duro e logorante match con il campione mondiale Davey Moore avesse smaltito la “battaglia” romana. La risposta fu immediata e positiva, perché Nobile innestò subito la quinta costringendo l’avversario ad un’affannosa difesa. Il francese era molto abile con la sua guardia a testuggine, non potè evitare le gragnuole che gli piovevano da ogni parte, ma si dimostrò buon incassatore mettendo in luce anche un coraggio non comune. Questo match fu considerato un banco di prova, ma soprattutto un test in vista del match che il bolognese avrebbe dovuto disputare in Inghilterra contro Dave Charnley per il titolo europeo dei leggeri. Un passo più lungo della gamba come dimostrerà il risultato a favore dell’albionico per abbandono.

 

Lascia un Commento