LA FEMMINA E ACATULLO DANNO SPETTACOLO A CORBARA

di Remo D’Acierno

Tutti in piazza a Corbara (SA) per il grande spettacolo della boxe.  A cura della Thunder Boxe di Pagani la splendida cittadina ai piedi dei monti Vaccari, ultimo valico prima del grande spettacolo della costiera Amalfitana, ha vissuta una grande serata di sport e di Pugilato.  Sette incontri dilettantistici e due professionisti di grande prospettiva.  Il match clou ha visto la sfida, in trilogia, tra Vincenzo La Femina (Thunder Boxe 3-0-0) e Sabatino Sirica (Team Ceglia 1-2-1).  Sei riprese ad altissima intensità tra il classico fighter ed il pugile tecnico. I due si erano incontrati  il 20 aprile scorso ed una ferita alla prima ripresa aveva fermato Sirica. Questa volta i due pugili hanno onorato la boxe confrontandosi ad alto livello e senza un attimo di pausa. Dopo le sei riprese l’ha spuntata, ai punti, Vincenzo La Femina. L’allievo del maestro Gianluca Lodato è cresciuto ripresa dopo ripresa chiudendo all’attacco la sesta ed ultima ripresa. Sirica, guidato all’angolo dal campione dell’unione Europea Gianluca Ceglia, ha tenuto bene, ha messo sul ring una tattica scrupolosa forse concedendo troppo l’iniziativa all’avversario.  Imbattuto dopo tre incontri La Femina ora guarda al prossimo torneo delle cinture ma l’obiettivo di un titolo italiano è già nel mirino. Altrettanto spettacolare l’altra sfida tra professionisti, super leggeri, che ha visto “la Tigre di Caivano” Francesco Acatullo (12-9-2) superare  in maniera chiara e perentoria  il serbo  Zlatko Janjic. Acatullo ha sempre condotto il match con personalità e prepotenza dimostrando notevoli miglioramenti rispetto all’ultima sfida persa  nel marzo scorso contro l’italo albanese Arblin Kaba. La “Tigre di Caivano” è apparso completamente rigenerato e pronto a giocarsi la sua nuova carta, e sarebbe il quarto tentativo, del titolo italiano. Nel sottoclou da segnale la bella sfida femminile, nei 64 kg,  tra la vice campionessa italiana universitaria Antonia Pepe (Thunder Boxe) e la debuttante all’ultima edizione del Guanto d’Oro femminile Federica Monaco (Metropolis). Anche questa era una rivincita che ha  visto ancora una volta prevalere ai punti Antonia Pepe. Bello, avvincente ed a tratti anche commovente la sfida tra pesi super massimi che ha visto protagonisti l’inossidabile Gianluca Galli (Boxe Giugliano) e Francesco Coppola (Thunder Boxe) medaglia d’argento all’ultima edizione del Guanto d’oro Maschile a Gorizia. Tra Coppola e Galli quasi una generazione di differenza, ma questa differenza si è notata solo sotto l’aspetto anagrafico. Sul ring Coppola  e Galli hanno dato vita a tre riprese spettacolari, buone strategie senza risparmiare colpi ed alla fine il verdetto di parità è apparso giusto e significativo.

Lascia un Commento