Accadde oggi: 10 agosto 1974 Rosario Sanna batte Augusto Quadri

Il 10 agosto 1974 nella tradizionale riunione estiva a Bellaria Rosario Sanna, pugile sardo residente a Roma, continua l’escalation nei leggeri battendo prima del limite Augusto Quadri alla settima ripresa, costretto a desistere per una frattura alla mascella. Nelle prime riprese Sanna sembrava non forzare controllando gli attacchi dell’avversario. Poi con il passare delle riprese la sua scherma e scelta di tempo prendevano il largo. Al VII round la conclusione, un gancio sinistro scuoteva l’avversario, che veniva rimandato all’angolo dall’arbitro su consiglio del medico. Rosario Sanna era un pugile che aveva un grosso seguito nella Capitale, dove  aveva come procuratore Giuseppe Ballarati, l’autore della Bibbia del Pugilato. Il sardo oltre a buona tecnica aveva anche pugno, ma non aveva un carattere altrettanto solido e soprattutto non amava molto la palestra. Riuscirà comunque a conquistare il titolo nazionale nel 1975 battendo Ugo Di Pietro, titolo che perderà alla prima difesa contro Vincenzo Quero. Ci riproverà nel 1978 contro Giancarlo Usai, dal quale sarà sconfitto ai punti disputando il suo ultimo match con un record di 20 vittorie, 10 per ko, 4 sconfitte.

Lascia un Commento