Accadde oggi: 7 settembre 1958 Bozzano mette ko Cavicchi all’VIII round

Accadde oggi: 7 settembre 1958 Bozzano mette ko Cavicchi all’VIII round

Il 7 settembre 1958 lo Stadio Comunale di Bologna era ancora una volta gremito per vedere in azione il suo Cavicchi. Stavolta non c’era nessun titolo in palio. Cecco doveva vedersela contro la grande promessa, quel Giacomo “Mino” Bozzano, imbattuto pugile, dopo 19 vittorie, proveniente da Sestri Levante. Non era comunque un match comune, anche se si doveva effettuare sulle 10 riprese. Per certi versi aveva una sua doppia etichetta che poteva essere una sorta…

Leggi Tutto

LA SCOMPARSA DI CAVICCHI, UN CAMPIONE DAL PUGNO DURO E DAL CUORE TENERO

LA SCOMPARSA DI CAVICCHI, UN CAMPIONE DAL PUGNO DURO E DAL CUORE TENERO

  di Gianni Virgadaula Foto Archivio Storico FPI Dotato di un fisico scultoreo che lo rendeva simile ad un “bronzo di Riace” o a una statua greca del Pantheon, Franco Cavicchi, finita la carriera pugilistica, grazie alla sua prestanza avrebbe potuto fare anche l’attore, così come prima di lui avevano fatto tanti altri campioni del ring. Ma, appesi i guantoni al chiodo, la sua indole riservata e la sua discrezione, gli suggerirono di tornare a…

Leggi Tutto

Accadde oggi: 21 luglio 1956 Cavicchi entusiasma e chiude il conto con Neuhaus

Accadde oggi: 21 luglio 1956 Cavicchi entusiasma e chiude il conto con Neuhaus

Il 21 luglio del 1956 lo Stadio Comunale di Bologna, pur abbastanza pieno, non presentava lo scenario di un anno prima quando un ‘intera città” e una nazione sognarono ad occhi aperti per quella che poi divenne un’impresa che ci riportò alla conquista europea dei massimi dopo la leggendaria impresa di Erminio Spalla 33 anni prima. E’ vero che Primo Carnera, diventato campione del mondo, nel 1933 mise in palio il suo titolo con lo…

Leggi Tutto

Accadde oggi: 12 marzo 1956 Franco Cavicchi batte Werner Wiegand

Accadde oggi: 12 marzo 1956 Franco Cavicchi batte Werner Wiegand

Il 12 marzo 1956 tornava la grande boxe al Palasport di Modena per presentare come clou il massimo Franco Cavicchi che affrontava il lussemburghese Werner Wiegand. Il pugile di Pieve di Cento aveva appena trascorso un 1955 di luci e ombre con la conquista del titolo europeo dei massimi e con l’immediata sconfitta per squalifica contro lo stesso avversario, Heinz Neuhaus, però senza titolo in palio. Cavicchi è stato a detta di molti un ottimo…

Leggi Tutto