Accadde oggi: Alberto Serti sconfitto da Winstone per l’europeo

Il  luglio 1963 lo spezzino Alberto Serti, divenuto Campione d’Europa dei piuma battendo Gracieux Lamperti, si trovava al Maindy Stadium di Cardiff per affrontare Howard Winstone, idolo del Galles. Lo stadio, 10mila spettatori circa, non comprendeva solo gallesi, c’erano anche numerosi minatori italiani, accorsi per sostenere il nostro campione. Era la classica mission impossible. Winstone era un pugile emergente che sfruttava al massimo il fattore “campo” esibendosi, si fa per dire in qualche scorrettezza di troppo, tanto da costringere l’arbitro a intervenire spesso. Nell’arco delle riprese il britannico dimostrava la sua superiorità con incisivi attacchi. Serti non era certo remissivo e spesso reagiva, anzi nella seconda ripresa con un gancio destro incrociato aveva fatto piegare le gambe allo sfidante. Ma la superiorità di uno scatenato Winstone assumeva contorni netti fino al XIV round quando Serti subiva all’angolo una serie “velenosa” del pugile di casa, costringendo l’arbitro a decretare la fine del match. Logicamente grande festa tra gli inglesi, che non mancarono di applaudire anche Serti, autore di una prova coraggiosa, quasi stoica. Serti disputerà ancora pochi match e si ritirerà nel 1964 con un record di 25 vittorie,  9 sconfitte e 5 pari. Per Howard Winston il titolo europeo dei piuma fu suo per vari anni, mentre non fu molto fortunato nelle sfide mondiali con Vicente Saldivar e Josè Legra.

Lascia un Commento