Accadde oggi: 21 marzo 1960 Bruno Scarabellin batte Vittorio Stagni

Il 2 marzo 1960 Bruno Scarabellin era chiamato sul ring del Palasport di Bologna a difendere il titolo dei massimi contro Vittorio Stagni. I due si erano già incontrati sullo stesso ring e la vittoria del veneto fu risicata. I due oltrettutto venivano da due battute d’arresto: il campione con lo svedese Ashman e lo sfidante con l’esperto americano Jimmy Slade. Entrambi non avevano il pugno risolutore ma erano comunque dotati di temperamento e combattività. Il match non tradì le attese. Dopo un inizio incerto lo sfidante sembrava prendere il sopravvento. Nel III round il pubblico assisteva a scambi durissimi e nel IV Stagni colpiva con veloci serie l’avversario che accusava e perdeva il vantaggio fin lì acquisito. Lo sforzo si faceva sentire e nella ripresa seguente i clinches si susseguivano. Scarabellin riprendeva l’iniziativa e i suoi colpi producevano una ferita allo zigomo destro del bolognese. Nell’VIII e IX round i colpi più efficaci erano di Scarabellin. Anzi sul finire del IX round un gancio sinistro di Scarabellin faceva crollare al tappeto  lo sfidante che si rialzava a fatica. Al suonare del X round il medico constatata la gravità della ferita di Stagni faceva sospendere il match.

Lascia un Commento