Accadde oggi: 30 agosto 1995 Davide Ciarlante batte Teodoros Mitiku

Il 30 agosto 1995 si disputava sul ring di Villapiana Lido, provincia di Cosenza, il titolo italiano dei superwelter saldamente tenuto da Davide Ciarlante. Lo sfidante era Teodoros Mitiku e la riunione era organizzata dai Conti Cavini. Ciarlante, nativo di Palestrina, merita un capitolo a parte. Era principalmente un autodidatta che si studiava in lungo e in largo i match del passato. La sua prima Società fu la Preneste Ring, che rinforzò la sua base tecnica. Davide, però, amava dare spettacolo e cambiò radicalmente la sua preparazione trasformandosi in fighter. Mitiku, origini etiopiche e greche, formatosi alla storica “Audace” di Roma, cominciava il match all’attacco, ma nel secondo round era scosso da due sinistri d’incontro. Nel terzo round la conclusione con un terrificante gancio destro che faceva crollare lo sfidante al tappeto, l’arbitro non aveva bisogno di contare per decretare il ko. La curiosità sta nel fatto che i due meno di un anno prima si erano già incontrati e pure in quell’occasione vinse Ciarlante per ko alla terza ripresa. Dopo questa nuova vittoria, Ciarlante era imbattuto da 16 matches, si cominciò a parlare anche di titolo europeo, obiettivo che il pugile laziale centrerà nell’anno seguente. Ma non si fermerà lì, perché avrà anche l’opportunità di battersi ad Atlantic City per il mondiale contro Keith Mullings, giustiziere di Terry Norris,, ma senza fortuna dovendosi ritirare per una brutta ferita.

Lascia un Commento